Come si registra un’opera letteraria

Come si registra un’opera letteraria. Importante aggiornamento: dato che questo articolo ha già qualche anno, ne abbiamo creato uno nuovo con informazioni aggiornate su come e dove registrare un’opera letteraria. Vi consigliamo di leggere quell’articolo al posto di questo. Supponiamo che tu abbia appena finito il tuo manoscritto. Sei arrivato fin qui dopo un viaggio difficile e sei pronto a lasciare che il tuo lavoro veda la luce. Vuoi mandarlo agli editori, a un concorso letterario, o magari pubblicarlo. Ma sei preoccupato per una piccola cosa: il tuo lavoro sarà al sicuro quando lo spedirai in uno di questi siti?

Come si registra un'opera letteraria

Come si registra un romanzo

La risposta, in generale, dovrebbe essere sì, che non c’è alcun problema, che editoriali e giurie di concorsi letterari sono onesti e di solito non rubano il lavoro di altre persone. Ma non ci vuole molto lavoro per registrarlo, e in questo modo, si rimane più calmi. Inoltre, nel caso qualcuno fosse interessato a postarti, ti chiederanno di registrarlo, quindi perche ‘non iniziare da li’?

In questo post vi parlerò di come registrare un lavoro nel registro della proprietà intellettuale (solo in Italia, perché Non so come funziona in altri paesi) e in SafeCreative (la piattaforma online per la registrazione di opere a livello internazionale). Spero che sia d’aiuto se stai pensando di registrare un messaggio.

Registro della proprietà intellettuale (Italia)

Posso registrare un’idea? No, almeno non in Italia. Non conosco le leggi di altri paesi in materia di registrazione della proprietà intellettuale, ma qui le idee non sono registrabili. Sì, i testi letterari e le creazioni sono. Che tipo di messaggi posso registrare? Forse ne salto un po’, ma nella lista qui sotto ci sono i testi principali che possono essere registrati:

Registro della proprietà intellettuale (Italia)

– Romanzo.

– Racconto breve (o insieme di storie).

– Giocare.

– Sceneggiatura.

– Dash.

– Bible TV.

Quanto costa registrare un gioco? Devono essere pagate tasse di circa 13 euro.

Dove devo andare per registrare il mio lavoro? In Italia, se hai un certificato digitale o sei registrato nel sistema Cl@ve, puoi farlo tramite il sito web del Ministero della cultura.

Se non avete un certificato digitale o un sistema Cl@ve, dovrete andare di persona per registrarlo. Ci sono uffici di registrazione in tutte le province. Potete trovare l’indirizzo più vicino a Voi nella lista degli indirizzi del Ministero.

Cosa devo consegnare per registrare il mio lavoro? Naturalmente, stiamo parlando di registrare un romanzo o un testo di cui siamo autori unici. Se inseriamo altri tipi di registri con più autori, assegnazioni di diritti o altri elementi, la cosa diventa più complicata. Ma per registrare un romanzo o un testo letterario che avete scritto, dovete presentare la seguente documentazione:

– Una copia stampata dell’opera, rilegata e firmata sulla prima e sull’ultima pagina. La copertina deve recare il titolo e il nome dell’autore.

– La prova che avete pagato le tasse(se andate di persona al registro, Vi sarà dato un documento per andare giù alla banca più vicina a pagare).

– Una fotocopia del vostro documento D’identità (se siete minorenni dovrete anche presentare una fotocopia del libro di famiglia).

– Il modulo 1A per gli autori (potete scaricarlo qui) coperto. Questo modulo è facilmente compilato. Dovrai solo coprire i tuoi dati personali e specificare la parte dell’opera di cui sei autore (in genere tutto o 100%).

– Il modulo di lavoro letterario (potete scaricarlo qui) coperto. E ‘ anche facile da coprire, ma se hai dubbi in qualsiasi campo, puoi lasciarlo senza risposta e chiedere all’ufficio di cancelleria quando lo consegni. Certo che lo spieghi senza problemi.

Come presentare la documentazione, il mio lavoro è registrato? Si’, ma nel processo di revisione. Quando consegnerete i documenti, vi daranno una ricevuta con un numero di registrazione provvisorio (che è valido come numero di registrazione se dovete consegnarlo da qualche parte). Tra tre o quattro mesi, potrai ritirare la ricevuta.

Nel caso ci fosse qualche problema o qualche dubbio sulla revisione del testo per la registrazione, ti chiamerebbero al telefono per aggiustarlo. Almeno mi è successo una volta quando ho lasciato un campo senza coprirmi: mi hanno chiamato, ho risposto loro ed è stato chiarito al momento.

Safecreative (internazionale)

Il problema di registrare un’opera nel registro della proprietà intellettuale è che la sua copertura è limitata a quel paese (nel caso che abbiamo visto prima, Italia). Oggi siamo un po ‘ piccoli e, dato che ogni paese ha le proprie leggi sulla proprietà intellettuale, avevamo bisogno di un organismo che pensasse globalmente.

Safecreative (internazionale)

Con quell’idea e ‘ arrivato al sicuro creativo. Si tratta di un’organizzazione che offre la registrazione per la copertura internazionale (almeno per i paesi che hanno firmato gli accordi corrispondenti) in cui, sebbene abbia opzioni di pagamento per servizi aggiuntivi, possiamo registrare i nostri lavori gratuitamente. Updated: anche se in precedenza ha offerto la registrazione gratuita, questa opzione è ora limitata alle opere sotto la registrazione Creative Commons. Affinché le opere abbiano un registro con tutti i diritti riservati, abbiamo bisogno di un conto di pagamento. Tuttavia, se si registrano molti testi all’anno, come nel mio caso, si può essere compensati dall’opzione pubblica, in cui si deve pagare per ciascuno dei posti di lavoro registrati.

Il sistema è molto semplice: basta creare un account (o inserire se abbiamo già un account), premere il pulsante “Registra il mio lavoro” e seguire i passi che ci contrassegnano. Un numero di registro e un collegamento sono generati automaticamente che lei può usare per proteggere il suo lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *